Da fascisti a badogliani

Fini d'annata

Fini d'annata

“Berlusconi si conferma un politico sotto ricatto, abbia più rispetto per gli taliani che credono nei loro valori al contrario di quello che fa lui”. Lo diceva Storace nel marzo 2008, prima delle elezioni in cui si schierò contro Silvio e insieme alla Santanché. Da oggi sia Storace che la Santanché sono parte del governo di B. E Fini, l’altro grande ex-fascista, da alleato è diventato nemico. Chi ha tradito chi?

Non c’è peggior offesa per un fascista che dargli del badogliano, del traditore. Però qui il trasformismo è di casa. Di colpo, nel giro di due anni, gli ex-msi sono volati tutti dall’altra parte, a seconda di dove stavano prima. La Destra e il Movimento per l’Italia sono confluiti nella maggioranza, Fini ha creato un partito e ne è uscito.

Ora, è questa la “parola” dei fascisti? Un doppio cambio in soli due anni? Chissà cosa avrebbe Almirante, che non tradì il duce neppure nei momenti peggiori. Ma qui bisogna capire le convenienze. Da oggi Storace torna ad essere più filorusso che filoamericano. Oddio, non ci capisco più niente.

Off-shore milionari anche per Silvio

l'Hawker 390 di Berlusconi

7 milioni per un aereo privato nuovo, uno yacht usato da 15 milioni di euro, un barcone da 6 milioni e appena uscito dai cantieri per il figlio. Per la famiglia Berlusconi la crisi è solo politica. Ma il bello deve venire. I mezzi del Papi sono di proprietà di società con sede in paradisi fiscali. E poi parlano di Fini

Bechi’s blog

Sul sito del PdL Berlusconi risponde, ma non c’è Fini

Il sito del PdL

Il sito del PdL senza Fini

In alto ci sono le scritte “Le correnti sono le metastasi dei partiti”, “sentendo Fini mi sembrava di sognare” e altre frasi di Silvio Berlusconi contro Gianfranco Fini. Peccato che sul sito del PdL siano riportati tutti gli interventi della direzione generale di ieri, tranne quello di Fini.

Come fa notare il consigliere regionale radicale, Rocco Berardo, è comico vedere le risposte del presidente Berlusconi a un intervento che non c’è.

Insomma, preparatevi a andarvene cari finiani, non vi fanno neppure parlare.