A ognuno la sua Trota

Cristiano di Pietro

Cristiano di Pietro

Dopo El Trota, in arte Renzo Bossi, ecco un altro delfino che sale velocemente le scale della politica. E’ Cristiano di Pietro, figlio di Antonio, che da consigliere comunale e poi provinciale (doppio incarico) è stato scelto per essere futuro consigliere regionale. Pensare che un senatore Idv lo descriveva “infantile” e lo beccarono a chiedere assunzioni per gli amici

A descriverlo così fu Giuseppe Astore, quando nel 2008 il buon Cristiano finì in una brutta inchiesta, anche se non indagato. Invitava a finire di costruire delle caserme, e diceva di conoscere dei costruttori a cui rivolgersi, se ce n’era bisogno. Niente di penalmente rilevante, certo. Peccato che le caserme siano pubbliche, e un politico dovrebbe sapere che si costruiscono dietro appalti, non chiamate dirette.

Insomma, non sarà un delinquente, ma nemmeno tanto furbo. O forse lo è più di quanto sembri, visto che diventa poliziotto e poco dopo viene spostato da Milano a Vasto. E’ tornato a casa, come avrebbe voluto fare qualche collega che l’aveva richiesto prima di lui, ma ha dovuto attendere la pensione per realizzare il suo sogno. Senza contare che a Vasto l’organico era al completo.

Ora diventerà consigliere regionale. Lui, che quando Astore si arrabbiò perché aveva ricevuto un dictat da Cristiano, rispose “tu dici così, ma chi comanda qui è il mio papà”. Tutte parole già sentite in Lombardia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...