Il pubblico dis-impiego

Il ministro Brunetta, nemico dei fannulloni della pubblica amministrazione

Alle 12:30 ho chiamato un comune del Valdarno. Mi è stato risposto che la segreteria del sindaco non c’era, che gli uffici politici erano chiusi e che fino a domani non troverò nessuno: “per oggi hanno finito”. Voglia di lavorare, saltami addosso.

Sono sicuro che in un paese piccolo tutti conoscano il sindaco. O forse questa è la vulgata. Ma pensare che tutti (ripeto TUTTI) i segretari lavorino al massimo 4 ore al giorno mi lascia senza parole. E se una persona qualsiasi avesse bisogno?

Soprattutto mi chiedo come fare per evitare che la gente continui a pensare che i lavoratori pubblici siano degli sfaticati. Questi esempi non aiutano di certo.

Per fortuna anche nel privato non ci si impegna molto di più. Venerdì mattina ho telefonato ad un’azienda e la centralinista mi ha detto che non c’era più nessuno e di mandare una mail. Ovviamente nessuno mi ha risposto. Stamani richiamo: “provi dopo le cinque”. Forse avranno due lavori part-time. La mattina in comune, la sera in azienda.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...