Arrigoni, la verità che nessuno vuole

Vittorio Arrigoni

Vittorio Arrigoni

Chi ha ucciso l’attivista pro-Hamas Vittorio Arrigoni? Per Hamas sono stati dei gruppi salafiti pagati dall’Arabia Saudita. Per i suoi compagni del movimento è stato Israele. Per Israele è stata la stessa Hamas a organizzare tutto per trovare un nuovo nemico. E nessuno mette in discussione la sua idea.

E’ chiaro che la verità non verrà mai fuori. Tocca ad Hamas guidare le indagini, ma un governo che manda un gruppo di miliziani violenti a liberare un ostaggio non è certo capace di fare un’indagine approfondita. Basti pensare che quando il gruppo salafita Jund Ansar Allah (esercito partigiano di Allah) dichiarò Rafah un emirato indipendente, gli uomini di Hamas entrarono nella moschea di Ibn Taymiya, uccisero più di 100 persone, e fecero fuori lo sceicco Abdel Latif Musa che guidava la rivolta. Insomma, non sono certo gente abituata a interrogare.

E poi a chi farebbe comodo che la vera verità venisse fuori? Due delle tre verità verrebbero smentite. Come minimo chiunque troverebbe una soluzione alternativa (“i salafiti sono legati all’Arabia, ma è Israele che usa l’Arabia per aiutarli indirettamente”, oppure “Israele aveva collaborazionisti interni ad Hamas che hanno organizzato tutto per screditare il movimento”), o non riconoscerebbe la validità delle indagini (“perché Hamas vuole accusare Israele davanti alla comunità internazionale”).

Certo Arrigoni era scomodo a molti. Per gli israeliani era un occidentale filo-palestinese che poteva e voleva raccontare la guerra dal di dentro, e in chiave puramente anti-sionista (lo scrive lui sul suo sito, non lo dico io). Per i salafiti era un occidentale, e come tale non avrebbe mai superato quella mentalità laica che è propria dei movimenti marxisti europei, basti pensare che attaccava l’omofobia nel mondo musulmano. Per i palestinesi di Fatah era un estremista troppo vicino ad Hamas, ma anche per Hamas era un idealista che sicuramente non avrebbe mancato di denunciare un’eventuale posizione più moderata del movimento, tanto meno intrallazzi e corruzione. Insomma, era un rompiballe, una specie sempre più rara.

Annunci

2 commenti su “Arrigoni, la verità che nessuno vuole

  1. Vittorio pro – Hamas?
    Sarebbe bene informarsi prima di scrivere, scopriresti che Vik non era affatto un sostenitore di Hamas, che criticava aspramente e che considerava totalmente lontana da sè e dalle proprie idee. Ma è chiaro, l’intento è quello di infangare o di instillare dubbi non fondati.

  2. Veramente ci sono foto di lui che abbraccia i leader di Hamas, scritti di lui che critica Fatah sostenendo le tesi di Hamas. Poi è vero che l’abbia criticata, ma questo non vuol dire che non ne fosse vicino. Mi sembra, invece, che quello che ho scritto poi si sia realizzato completamente. I “colpevoli” sono stati uccisi, Fatah ha accusato Hamas, Hamas ha accusato Al-Qaida e Israele, Israele ha accusato Hamas.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...