I lavori fantasma al Bigallo

Graziano Cioni, assessore all'epoca dei fatti

Dall’affittopoli di Montedomini esce un’altra storia che riguarda un istituto di beneficenza: il Bigallo. Sotto la vecchia gestione di Perricone, uomo di Graziano Cioni, sono stati fatti dei lavori mai documentati né approvati. 350mila euro di stranezze. Che non finiscono qui

 

 

Esposto sui cantieri del Bigallo
Spuntano i conti di una ristrutturazione ma non le delibere né i preventivi
di Riccardo Bianchi, da La Repubblica del 6 marzo 2011

 

Lavori di ristrutturazione per 350 mila euro non comprovati da alcun documento. Su Montedomini, dopo lo scandalo affittopoli, pende un´altra tegola. Sull´ex Ipab del Bigallo, ora convogliata nell´Asp unica Montedomini, incombe un´ingiunzione di pagamento per alcuni lavori di ristrutturazione effettuati nel 2008. Peccato che non esista né una delibera del consiglio di amministrazione, né un preventivo, né un affidamento dell´incarico. E la nuova amministrazione non è riuscita neppure a capire che tipo di opere siano state effettuate. Motivo per cui si è opposta al decreto, e ha presentato un esposto in procura e alla Corte dei Conti.

Al tempo il presidente dell´Ipab era Pietro Perricone, molto vicino all´allora assessore alle politiche sociali, Graziano Cioni. Già nel 2007 il cda aveva discusso della necessità dei restauri, senza prendere decisioni. Poi, il 2 luglio 2009, i consiglieri notano le fatture per circa 350mila, un costo eccessivo per quei lavori, e chiedono un controllo. Si scopre che il Bigallo aveva già pagato 200mila euro vendendo i propri titoli finanziari. Per farlo avrebbe dovuto avere l´autorizzazione dal Comune, ma non si trovano neanche questi documenti.

Nel novembre 2009 arriva la nuova amministrazione. L´8 marzo 2010 la ditta presenta un decreto ingiuntivo per 189mila euro (inclusi gli interessi). La nuova Asp unica segnala la «laconicità delle descrizioni dei lavori», e i prezzi troppo alti che «dovevano essere ridotti di 150mila euro». Così si oppone all´ingiunzione e il 7 settembre presenta gli esposti. «Stiamo affrontando il problema – afferma il presidente attuale, Marco Seracini – Non ne avevamo parlato perché l´abbiamo denunciato agli organi competenti».

Pietro Perricone è già stato rinviato a giudizio con l´accusa di aver coperto un collaboratore del museo del Bigallo, condannato per il furto di 40mila euro dalla biglietteria. Prima di diventare presidente dell´Ipab, lo era dell´Ancescao, l´associazione a cui erano iscritti i centri anziani fiorentini. Dal 2005 riceveva circa 50mila euro all´anno dall´assessorato di Cioni proprio per i centri anziani: «Non ci erano mai arrivati – spiega Andrea Bagnai, presidente del centro del Fuligno – quando nel 2008 lo scoprimmo, protestammo con l´assessore e lui dette i soldi a noi». Ma il 20 maggio 2009, a 20 giorni dalle elezioni, Cioni dà di nuovo 50mila euro all´Ancescao. Appena entrata in carica, il neo assessore Saccardi chiede dei giustificativi di spesa. Le viene risposto che non ce ne sono e ritira i fondi. Bagnai e i colleghi raccontano anche che nel 2007 l´Ancescao aveva chiesto gli statuti per ricevere le derrate dal Banco Alimentare per gli anziani bisognosi, «anche queste mai arrivate». Dopo varie proteste, a febbraio 2011 il Banco ha mandato gli ispettori e ha iniziato a distribuirle direttamente ai centri anziani: «Per la prima volta abbiamo ricevuto qualcosa».

Annunci

3 commenti su “I lavori fantasma al Bigallo

  1. Finalmente le verità vengono fuori e non cè solo il Bigallo come istituto ma cè anche il Bigallo come muso,il Quercione alle Cascine Q1 , San silvestro e per continuare il banco alimentare e quando era stato nominato anche consigliere a monte domini ecc… Perche l’ANCESCAO Regionale e nazionale non prendono provedimenti per la moralità cosa aspetta la Finanza a fare un sopralluogo in tutte le sedi ANCESCAO vedi anche centri anziani tipo il Grillo Parlante in via Palazuolo 10 Firenze

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...